martedì 23 aprile 2019    Registrazione  •  Login
 
   
 
   
   
   
 
 
Copertina
     
 

MARIO CASABURI

GianCarlo Maria Bregantini una luce nel giardino della Locride

Presentazione di mons. Antonio Cantisani


2013, pp. 128, 17x24

Isbn 978-88-8276-408-1, euro 10,00  vedi

 
Stampa    
     
     
 

La figura di mons. GianCarlo Maria Bregantini, caratterizzata da un forte carisma, da una profonda humanitas e da una grande e partecipata attenzione ai gravi problemi dell’attuale società, al bene comune, al mondo degli emarginati e dei poveri, ai disoccupati, ai giovani in particolar modo, ha esercitato e continua ad esercitare grande fascino su cattolici e non cattolici. Vescovo anti ’ndrangheta, antiviolenza, non esita a denunciare soprusi, prepotenze, sfruttamento, privilegi, comportamenti e atteggiamenti vessatori, disinvolti, poco cristiani e poco umani. Il suo è un cristianesimo militante, attivo, calato profondamente nella società, coinvolgente, aperto alla speranza ed alla progettualità.     
In un’Italia frammentata, nella quale prevalgono forti spinte regionalistiche e municipalistiche, il prelato invita alla «solidarietà, unita alla sussidiarietà, grande ricchezza per tutti gli italiani, oltre che un beneficio e un valore per l’intera nazione». Occorre, per non perpetuare un approccio assistenzialistico alle difficoltà del Meridione, promuovere «la necessaria solidarietà nazionale e lo scambio di uomini, idee e risorse tra le diverse parti del Paese. Un Mezzogiorno umiliato impoverisce e rende più piccola tutta l’Italia».

 
Stampa    
     
     
 

Nella testimonianza di mons. Bregantini possiamo trovare un forte stimolo – in termini di idee e di determinazione – per un salto di qualità nell’impegno per una Calabria nuova. Nessuno, peraltro, può tirarsi indietro. Solo insieme ci salveremo!
Il prof. Mario Casaburi – in questo suo saggio – ricorda giustamente l’influsso che ha avuto ed ha nella vita di mons. Bregantini il fondatore dei Padri Stimmatini, l’istituto religioso cui egli appartiene, San Gaspare Bertoni. È per questo motivo che ritengo di non esagerare se applico al già vescovo di Locri ed ora arcivescovo di Campobasso quanto è stato scritto di un personaggio significativo nella storia della Chiesa: «Fu un apostolo sociale non nonostante fosse un mistico, ma perché era un mistico».
Dalla Presentazione di mons. Antonio Cantisani

 
Stampa    
     
Mario Casaburi

Mario Casaburi, studioso di storia moderna e contemporanea, è morto all'età di 70 anni, dopo lunga malattia, il 2 novembre 2014. Ha collaborato, tra le altre, alla Rivista storica Calabrese, al Giornale di storia contemporanea, a Rogerius.
Tra i suoi libri: La “fattucchiera” Cecilia Faragò. L’ultimo processo di stregoneria e l’appassionata memoria difensiva di Giuseppe Raffaelli (1996), Fabrizio Ruffo. L’uomo, il cardinale, il condottiero, l’economista, il politico (2003), I martiri calabresi nella Repubblica Napoletana (2003), Quale scuola (2004), Per una storia della Calabria contemporanea. Da Melissa a Locri (2006), Il processo contro l’Intendente de Mattheis (2009), Borghesia mafiosa. La ’ndrangheta dalle origini ai giorni nostri (2010).

 

indirizzi2.gif

 

 

deguzza@tin.it