martedì 23 aprile 2019    Registrazione  •  Login
 
   
 
   
   
   
 
 
La copertina
     
 

Compito costitutivo della Consulta generale di pastorale giovanile minima è quello di far conoscere alle nuove generazioni la vita e il carisma penitenziale proprio di San Francesco di Paola e l’attività sociale e cristiana che l’Ordine dei Minimi porta avanti.
Dal 2003, ogni anno, viene proposta ai giovani la Marcia della penitenza, una delle modalità per vivere «la vita buona del Vangelo» alla sequela del penitente di Paola.

 
Stampa    
     
     
 

GIOVANNI COZZOLINO

La «dolce pedagogia» della penitenza evangelica in San Francesco di Paola

Una modalità sempre giovane per praticare «la vita buona del Vangelo»

Presentazione di Demetrio Guzzardi

2013, pp. 272, ill., 17x24

Isbn 978-88-8276-392-3, euro 10,00

 
Stampa    
     
     
 

San Francesco di Paola vive in radicalità la sequela Christi annunciando con la sua penitenza – fino quasi all’impossibile – il Vangelo della misericordia. È un uomo riconciliato con Dio e di Dio diventando compagno di viaggio in piena solidarietà con l’umanità bisognosa di misericordia. La riconciliazione e la pace sono i temi
centrali nella vita del paolano e costituiscono il frutto e la missione specifica della spiritualità dei suoi figli.


«In questo volume, padre Giovanni Cozzolino ci offre alcune sue riflessioni sul valore della penitenza evangelica e ci fa rivivere le prime dieci edizioni (2003-2012) della Marcia della penitenza.

In appendice viene riproposta la Regola spirituale dei Giovani Minimi».

 
Stampa    
     
Giovanni Cozzolino

Giovanni Cozzolino è nato a Corigliano Calabro il 25 maggio 1958. Entra nella Scuola apostolica del santuario di Paola il 1º luglio 1970 e si consacra per sempre all’Ordine dei Minimi l’11 aprile 1985. Viene ordinato presbitero il 28 dicembre 1985, per l’imposizione delle mani di mons. Tarcisio Pisani, già Provinciale di Paola, nella parrocchia di San Francesco di Paola a Corigliano Calabro. Per ben 18 anni svolge il suo ministero a Sambiase di Lamezia Terme, dove si dedica alla pastorale giovanile per far conoscere ai giovani la spiritualità minima per seguire Gesù Cristo e vivere la vita buona del Vangelo. Dal 1996 al 2007 è eletto segretario regionale della Conferenza Italiana Superiori Maggiori (Cism), nel 2005 viene nominato delegato generale della Consulta di pastorale giovanile minima. Dal 2004 al 2007 è correttore e parroco a Corigliano Calabro, dove ha l’onore di restaurare in parte il quarto eremo costruito dal santo paolano. Dal 2008 fa parte della comunità minima di Cosenza.
Tante le iniziative da lui promosse per coinvolgere il mondo giovanile sulle orme di San Francesco di Paola: nell’Anno Santo del 2000 è tra gli organizzatori di Paola-Giovani 2000, nel 2003 istituisce la Marcia della penitenza, un appuntamento annuale di forte spiritualità e di mobilitazione delle coscienze; dal 2004 al 2006 insieme ai giovani porta in oltre 60 città italiane «il braciere di San Francesco», un’iniziativa per solennizzare i festeggiamenti del V centenario della morte di San Francesco di Paola; nel 2007 organizza la grande veglia di preghiera per commemorare il beato transito di San Francesco nel Paradiso, con la presenza a Paola di oltre 7000 giovani.
Numerose le pubblicazioni e i sussidi realizzati, tra i tanti Le fonti minime per conoscere le origini della storia e della spiritualità dell’Ordine.

 

indirizzi2.gif

 

 

deguzza@tin.it